Iniziative e Campagne > 4 dicembre 2018

Verso il 10 dicembre: Appello al Parlamento

I laici missionari comboniani hanno aderito al seguente appello della Tavola della Pace.

 

Il 10 dicembre 2018 in tutto il mondo si celebrerà il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: la Carta scritta, dopo due guerre mondiali e cento milioni di morti, per dire basta a tutti gli atti di barbarie e spingere l’umanità sulla via della pace. Un documento importante che è alla base di molte grandi conquiste dell’umanità oggi minacciate da crisi e politiche pericolose.
In Italia, da più di un anno, sono in corso programmi educativi. Il 7 ottobre oltre centomila persone hanno partecipato alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità e il 10 dicembre centinaia di eventi si svolgeranno nelle scuole, università, enti locali, strade e piazze di tutta Italia. Ma nessuna iniziativa è ancora stata assunta dal Governo e dal Parlamento italiano.
Eppure l’Italia occupa un posto importante nella comunità internazionale. Ha la Presidenza dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) ed è appena stata eletta nel Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, il più importante organismo internazionale per i diritti umani. Perché tanto silenzio?

Iniziative e Campagne > 4 dicembre 2018

Il 5 dicembre flash mob per i diritti umani

I laici missionari comboniani aderiscono all’evento organizzato dalla Tavola della Pace.


Il 10 dicembre in tutto il mondo si celebrerà il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Ma nessuna iniziativa è ancora stata assunta dal Governo e dal Parlamento italiano.
Per questo ti invitiamo ad aderire e partecipare al “Flash mob per i diritti umani” che si terrà mercoledì 5 dicembre, alle ore 15.00, davanti alla Camera dei deputati in piazza Montecitorio, a Roma.

Insieme vogliamo chiedere al Parlamento di:

1. riaffermare il valore insopprimibile della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e l’impegno dell’Italia per attuare l’agenda politica dei diritti umani;
2. riunirsi il 10 dicembre, in seduta comune, per discutere dello stato dei diritti umani in Italia, in Europa e nel mondo;
3. attuare le raccomandazioni che il Consiglio per i diritti umani e il Comitato per i diritti umani dell’Onu hanno rivolto al nostro paese.